Mondo Mitsubishi Electric

Mitsubishi Electric in partnership con Sodexo Italia S.p.a. ha fornito unità a marchio Climaveneta per climatizzare la sede romana dell’azienda automobilistica

Proteggere l’ambiente è la missione di Totoya Motor, multinazionale giapponese, leader nel mercato automotive globale, che condivide lo stesso importante obiettivo con Mitsubishi Electric che ha curato il revamping del nuovo impianto di climatizzazione della sede romana della casa automobilistica.

Toyota Motor Italia si è costituita come filiale diretta di Toyota Motor Corporation nel 1990. Dal 2003 è controllata direttamente da Toyota Motor Europe, con sede a Bruxelles. La crescita di Toyota negli anni è stata esponenziale tanto da diventare il marchio automobilistico giapponese più venduto in Italia. Toyota Motor Italia ha ottenuto per il 4° anno consecutivo la certificazione Top Employer, che certifica le migliori aziende nel processo di gestione e sviluppo delle persone e dell’ambiente di lavoro.

La sede romana di Toyota Motor Italia è stata inaugurata nel 2002 e costruita su progetto dello studio dell’architetto giapponese Kenzo Tange. Il centro direzionale sorge a Roma nel quartiere della Magliana e ospita circa 400 dipendenti delle aziende del gruppo. Si sviluppa su 63.747 m2 e si compone di quattro volumi distinti ma comunicanti: un edificio multifunzionale che ripropone il tema della pagoda Giapponese e che ospita l’Auditorium, il ristorante aziendale, la palestra e di recente realizzazione un’area “conference” multimediale, con all’interno il Bar Aziendale e un ampio spazio condiviso; una palazzina uffici vetrata di cinque piani che funge da collegamento tra le due ali del complesso; un magazzino ricambi di 7.300 m2 e un centro di formazione specialistica per i meccanici. Nella parte nord, appena varcato l’ingresso principale, sorge un parco verde di 30.000 m2 con una grande vasca d’acqua e una varietà di piante della tradizione giapponese e mediterranea.

Toyota fa della salvaguardia dell’ambiente uno dei propri principi cardine. L’aspirazione di Toyota è di migliorare la vita delle persone, fornendo le migliori soluzioni di mobilità per tutti. La sostenibilità ambientale è uno degli impegni fondamentali di Toyota, che porta l’azienda a definire nel 2015 il ‘Toyota Environmental Challenge 2050’, ossia un insieme di obiettivi ambiziosi e misurabili, da raggiungere entro il 2050. Si tratta di 6 sfide ambientali definite con un approccio olistico: dallo sviluppo di veicoli a zero emissioni di anidride carbonica (CO2), all’azzeramento delle emissioni prodotte dalle proprie fabbriche e nell’intero ciclo di vita dei propri prodotti. Tutto ciò ottimizzando l’uso delle risorse naturali, promuovendo la creazione di una società in cui sistemi di riutilizzo, riciclo e recupero siano sempre più adoperati.

In linea con questi principi, Toyota Motor Italia ha affidato a Sodexo, leader mondiale dei servizi per la qualità della vita, la gestione dei servizi di Facility Management; in collaborazione con lo Studio AIKU, studio di architettura e progettazione, Sodexo Italia è stata incaricata da Toyota per il revamping del nuovo impianto di climatizzazione da circa 1.000kW potenza frigorifera, a servizio dell’edificio Office e Multipurpose. Con il duplice obiettivo di aumentare l’efficienza e ridurre l’impatto ambientale, Sodexo ha selezionato e acquistato le nuove macchine e ne ha realizzato la messa in opera. Attualmente l’azienda cura anche la conduzione e la manutenzione dell’impianto.

Giuseppe de Nichilo, HR, Corporate Planning & Facilities General Manager di Toyota Italia dichiara: “Il progetto completato nel 2018 ha rappresentato un importante tassello nel percorso intrapreso da Toyota Italia nella riduzione dell’impatto ambientale della propria sede. Un vero lavoro di squadra con il team di professionisti di Sodexo e Aiku che ha raggiunto a pieno gli obiettivi prefissati. L’investimento rientra infatti in un piano organico mirato all’efficientamento energetico e alla conseguente riduzione progressiva delle emissioni di CO2 degli impianti, in linea con l’Environmental Challenge 2050, che ha visto attivarsi in parallelo un serie di attività, tra cui anche il completo revamping del sito con tecnologia LED”.

Cuore del nuovo impianto sono due pompe di calore polivalenti Mitsubishi Electric a marchio Climaveneta ERACS2-Q/SL-CA 2422, condensate ad aria. Queste unità garantiscono contemporaneità dei carichi durante tutto l’anno, con un considerevole recupero energetico, grazie a una termoregolazione sia sullo scambiatore caldo che su quello freddo. Ipotizzando un utilizzo costante e continuo, la riduzione di consumo elettrico annuo d’impianto corrisponde a 180.762 kWh, pari a circa un 25%.

Andrea Biagiotti, Direttore Regionale della Regione Centro Sud del Segmento Corporate di Sodexo Italia S.p.A., in collaborazione con la propria Direzione Tecnica, evidenzia che: “Il progetto realizzato in Toyota Italia rappresenta un caso esemplare, in linea con la nostra offerta di servizi, volta a promuovere un uso efficiente e razionale delle risorse energetiche. Questa scelta offre benefici significativi per il cliente, sia in termini economici che ambientali. Basti pensare che, soltanto nel primo anno di esercizio, in riferimento al periodo di riscaldamento invernale novembre 2018 - marzo 2019, è stata ottenuta una riduzione del 57% dei consumi di gas metano ed un ulteriore risparmio pari al 25% dei consumi elettrici dei gruppi frigo. Questi risultati confermano e rafforzano il nostro impegno in termini di sostenibilità ambientale, coerentemente con il nostro programma di responsabilità sociale Better Tomorrow 2025”.
In questo progetto le unità polivalenti sono state inoltre selezionate in versione super-silenziata, per ridurre le emissioni acustiche. L’Ing. Tullio Deodati, dello studio AIKU afferma: “Con il nuovo impianto di climatizzazione Toyota Motor Italia ha reso la propria sede più efficiente, riducendo notevolmente il consumo di energia primaria” e aggiunge: “L’esperienza di Mitsubishi Electric con il proprio brand Climaveneta nella produzione di unità polivalenti unita a quella di Sodexo e dello studio AIKU nella progettazione e conduzione di grandi impianti di climatizzazione ha reso questo centro direzionale una vetrina d’eccellenza nel comfort, nell’efficienza energetica e nella sostenibilità”.

La centrale termofrigorifera è presidiata da ClimaPRO, in grado di gestire l’impianto e fornire la massima efficienza in ogni momento, riportando tutti i parametri dell'edificio in tempo reale. ClimaPRO consente inoltre di pianificare gli interventi di manutenzione per garantire continuità al funzionamento della centrale durante gli orari lavorativi, senza alcuna interruzione nei servizi.
Fabrizio Maja, Deputy Director di Mitsubishi Electric Climatizzazione, conclude “Toyota, Sodexo e Mitsubishi Electric condividono il valore del rispetto ambientale e sono realtà impegnate su più fronti per fornire alla società soluzioni innovative ed eco-compatibili. Questo impianto di climatizzazione, oltre a garantire un ambiente di lavoro confortevole, garantisce basse emissioni sonore, nessuna emissione locale di CO2 e un uso razionale dell’energia. L’impatto “green” derivante dall’installazione dei nuovi gruppi refrigeratori ad alta efficienza porta a una riduzione di 33,8 TEP/anno, che equivalgono a circa 71 Tonnellate di CO2 risparmiate”.